Ruolo dell’attività e dell’esercizio fisico

Mobilità: recenti studi prospettici hanno permesso di concludere che l’attività fisica è associata a una riduzione dell’invalidità funzionale e a un incremento della forza e capacità aerobica; nonché proficua a rallentare e/o recuperare limitazioni da patologie neurologiche vedi post ictus o del morbo di Parkinson.

Prevenzione di deficit cognitivi: studi prospettici dimostrano che livelli elevati di attività fisica hanno un effetto protettivo rispetto a forme gravi di deficit cognitivo come il morbo di Alzheimer e la demenza.

Osteoporosi: l’esercizio fisico può determinare una risposta favorevole dei tessuti ossei in individui adulti di tutte le età, anche in termini di prevenzione delle cadute e conseguenti traumi.

Cadute e fratture: il regolare allenamento della forza muscolare con utilizzazione di attrezzature specifiche ( esercizi basati sulla resistenza ) si è dimostrato altamente efficace per incrementare e conservare la forza muscolare e ridurre la frequenza delle cadute e delle conseguenti fratture.

Benessere emotivo e psicologico: l’esercizio fisico è inoltre associato a una riduzione della sintomatologia relativa ad ansia e depressione, nonché al miglioramento dell’umore e del benessere generale.

Finalità e benefici dell’esercizio fisico

  • Riduzione della debolezza muscolare in età avanzata
  • Recupero di diverse funzioni motorie grazie all’allenamento fisico
  • Miglioramento della forza, della resistenza e del controllo motorio
  • Miglioramento delle prestazioni nelle normali attività quotidiane
  • Miglioramento dello stato di benessere percepito e della funzionalità quotidiana
  • Miglioramento e mantenimento dell’efficienza cardiovascolare